Due sistemi di ponteggio per un lifting integrale

Due sistemi di ponteggio per un lifting integrale

Questo ponteggio è stato realizzato nel 2010 per consentire l’intervento di idrodemolizione e ripristino delle parti in calcestruzzo del viadotto Montanesi, opera risalente agli anni ’30 e situata presso l’Autostrada A7 Genova-Serravalle.
L’opera provvisionale è stata eseguita sia a ridosso della spalla del viadotto (lato Serravalle), sia nelle pile e nelle tre arcate centrali, che misurano una larghezza di 25 mt ed un’altezza massima da terra di 45 mt.
Per la natura di quest’opera, è stato necessario lo studio di due diversi sistemi di ponteggio: per le pile e per la spalla del viadotto abbiamo scelto di realizzare una struttura con partenza da terra, mentre per le tre arcate abbiamo costruito un ponteggio di tipo multidirezionale, interamente sospeso ed ancorato alle pareti del viadotto stesso.
Al fine di consentire l’idrodemolizione ed il ripristino del calcestruzzo nelle parti al di sotto dell’arcata centrale, abbiamo realizzato degli impalcati sospesi a gradoni su travi a traliccio in acciaio, ancorati per mezzo di catene e tasselli meccanici all’intradosso del viadotto.
In questo cantiere, una problematica che abbiamo dovuto superare è stato il livellamento e l’ancoraggio del ponteggio a servizio della spalla del viadotto, in quanto il terreno presentava continui cambi di livello ed una consistenza molto debole.
L’altro ostacolo che i nostri uomini hanno dovuto superare, è stato lo stoccaggio e la movimentazione del materiale, in quanto il fiume al di sotto del viadotto presentava spazi molto angusti ed il rischio di piene improvvise.
Ogni cantiere presenta situazioni sempre diverse, richiedendo flessibilità e predisposizione, sia nella progettazione che nel montaggio di un ponteggio. Grazie a questo, la nostra esperienza cresce giorno dopo giorno.

Condividi sul tuo profilo social: