Un ponteggio senza fori di ancoraggio

Un ponteggio senza fori di ancoraggio

Il viadotto svizzero di Ganterbrücke rappresenta una delle opere più importanti e complesse mai realizzate da Euroedile.
Un’imponente struttura lungo l’arteria che da Domodossola, attraverso il passo del Sempione, conduce a Sion.
È stata un’opera complessa, contraddistinta dalle forti limitazioni delle normative svizzere, come per esempio l’utilizzo dell’Eurocodice per il calcolo della struttura, più rigido rispetto a quello attualmente in vigore in Italia.
Oltre a queste difficoltà, c’era la necessità di mantenere indenne per tre anni la resistenza della struttura del ponteggio, contro la neve, i forti venti e le temperature che scendevano sotto i 10 gradi.
Per questi motivi, ma anche per il desiderio di valorizzare al meglio l’opera da eseguire, abbiamo utilizzato materiali nuovi di prima qualità, ponteggi in acciaio zincato a caldo ad alta resistenza contro la corrosione.
I nostri uomini hanno lavorato fino a 180 mt di altezza dal fondo valle, ma la difficoltà maggiore che abbiamo affrontato, è stata quella di dover trovare soluzione alla richiesta del cliente che chiedeva di montare il ponteggio sospeso senza applicare fori nella struttura del viadotto.
Come è stato possibile?
Abbiamo utilizzato i fori esistenti lasciati dalle barre filettate dalle casserature utilizzate per realizzare il viadotto, ed in ausilio a questo, abbiamo creato delle piastre speciali installate al posto dei supporti del guard-rail.
Ecco 2 numeri:

  • ► Lunghezza del ponteggio sospeso: 700 mt
  • ► Quantità di ponteggio sospeso installato: 7093 ql

Crediamo che siano queste le opere che ci fanno crescere, sia dal punto di vista professionale che umano, anche per l’impagabile soddisfazione ai riconoscimenti ricevuti a livello europeo.
Opera eseguita dal 2006 al 2009.:

Condividi sul tuo profilo social: