LA SICUREZZA DI UN PONTEGGIO PROTETTO

LA SICUREZZA DI UN PONTEGGIO PROTETTO

Diciamocelo apertamente: i tempi sono cambiati, anzi completamente mutati.

Nelle giornate estive, andare a fare la spesa e lasciare le finestre aperte è solo un lontano ricordo, soprattutto se il proprio palazzo è soggetto a ristrutturazione e, quindi, presenta un’impalcatura attorno magari fino al tetto.

Per evitare ladri acrobati che entrano in casa dal ponteggio o malintenzionati interessati al ponteggio stesso o ad accedere al cantiere, si ricorre agli allarmi da ponteggio, veri e propri toccasana per la sicurezza e, a conti fatti, un passo per la tutela legale di fronte ad un eventuale furto.

Partendo da un’analisi globale della problematica, la ditta appaltatrice deve garantire il meccanismo di protezione perché, legalmente, diventa direttamente responsabile dell’omessa sorveglianza dell’impalcatura: le strutture possono essere poco illuminate e favorire così le zone d’ombra facilmente accessibili ai malintenzionati.

Recita il Codice Civile, infatti: «Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno».

ll risarcimento, a chi viene derubato dai ladri che entrano in casa dal ponteggio, non spetta, però, solo all’impresa: anche il condominio, come tale, ha le sue responsabilità stabilite, anche in questo caso, dal Codice civile che prevede che «ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito». E, come sappiamo, nel ponteggio di fortuito c’è ben poco. Il condominio si rende, poi, di fronte ad un fatto ingiurioso, responsabile anche di avere scelto un’impresa poco adatta e senza alcuna garanzia di sicurezza tenendo conto del lavoro commissionato.

La Suprema Corte ha sancito diversi anni fa il principio su cui si basa la responsabilità di un’eventuale incursione dei ladri che entrano in casa dal ponteggio. Dice la Cassazione: nel momento in cui l’assemblea del condominio delibera l’approvazione dei lavori di rifacimento della facciata dell’edificio e delega l’amministratore a stipulare il relativo contratto di appalto, può richiedere alla ditta esecutrice, come condizione per l’accettazione della proposta, l’adozione di particolari accorgimenti volti ad evitare l’ingresso dei ladri nelle abitazioni.

Ecco perché, Euroedile propone ed installa, gli allarmi da ponteggio al fine di regalare un sospiro di sollievo in certe situazioni di cantiere.

Questi sistemi antintrusione sono molto semplici da installare ed allo stesso tempo efficienti, nonché disponibili sia a noleggio che in vendita. Sono apparecchiature che permettono di rilevare e segnalare la presenza di persone estranee, quando queste si introducono nelle zone protette al di fuori degli orari di lavoro, offrendo sicurezza agli abitanti degli edifici e all’impresa che esegue i lavori e prevenendo gli imprevisti di percorso.

Un occhio in più alla sicurezza e all’incolumità, in questi casi, non guasta proprio: affidarsi a professionisti come Euroedile per ragionare in sicurezza e dormire sonni tranquilli.