Sfoglia altre lingue

Formiamo al futuro

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Imparare un mestiere e qualificarsi: Ponteggi Euroedile fatica a trovare ponteggiatori e sfida l’attuale mondo del lavoro avviando una scuola “retribuita” per formare il suo futuro personale.

È sicuramente una scelta controcorrente ma coraggiosa: Ponteggi Euroedile, da sempre, innovatrice ed attenta all’ attualità, ha deciso di intraprendere una scelta formativa per creare persone preparate in una realtà, come quella dei ponteggi, dove si fa fatica a trovare personale specializzato.

Oggi Ponteggi Euroedile, società leader nei ponteggi speciali nel settore di ponti, viadotti, costruzioni e restauri, che nel corso degli ultimi 3 anni ha avuto un aumento di fatturato del 55% proprio per le molte richieste di commesse, ha deciso di mettersi a tavolino e di organizzare un percorso di formazione trimestrale per gruppi di non più di 6 persone rigorosamente retribuito e con vitto ed alloggio compresi per chi viene da lontano.

La difficoltà a trovare candidati è un’esigenza che Ponteggi Euroedile dichiara da tempo: dopo aver messo in passato annunci social per la ricerca di personale specializzato, la ditta trevigiana ha deciso di trasferire direttamente la conoscenza allo scopo di creare una forza lavoro abile e preparata. Quindi l’obiettivo finale è l’assunzione di chi, nella trimestralità, dimostrerà impegno ed otterrà buoni risultati.

L’iter di formazione prevede una formazione teorica in aula dove verranno descritte le tecniche del ponteggio e la gestione del cantiere seguito da un affiancamento con tutor dedicati in magazzino e sul campo.

Il segnale che Ponteggi Euroedile desidera dare è palese: insegnare una professione altamente specializzata e dare un esempio positivo alle altre realtà aziendali.

Dall’inizio della crisi ad oggi, l’Italia ha perso 420mila posti di lavoro: nell’arco degli ultimi 36 mesi Ponteggi Euroedile ha assunto all’incirca una cinquantina di persone, ma continuano a mancare figure professionali precise nonostante le ripetute ricerche attraverso i canali tradizionali. Ecco che l’azione necessaria ma, nel contempo, coraggiosa di formare il personale appare uno spiraglio di luce nella prospettiva non di certo rosea del panorama italiano.

Ulteriore, poi, novità impattante è l’attenzione che Ponteggi Euroedile offre ai candidati: riceveranno una retribuzione per tutto il periodo, avranno accesso a tutti i servizi aziendali compresa la mensa ed i non residenti saranno ospitati in albergo.

Il candidato ideale – si legge nel portale di Maw, l’agenzia che si occupa del reclutamento – si presenta come una persona sveglia, volenterosa, motivata ad inserirsi in un percorso lavorativo di questo tipo e predisposta al lavoro manuale. Fondamentale la conoscenza della lingua italiana e la predisposizione al lavoro in squadra.

L’azione di Ponteggi Euroedile, quindi, non è solo una menzione di coraggio ma anche un chiaro segnale di coscienza che, per cambiare il mercato del lavoro, bisogna prendere in mano la situazione ed agire. “Il fare insegna a fare” e Ponteggi Euroedile vuole essere l’ esempio giusto che, rimboccandosi le maniche, con positiva proposività, il mercato tornerà a sorridere.

https://euroedile.it/contatti/programma_stage_ponteggio/